TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18

Schermata 2020-05-02 alle 12.45.18

Atti Parlamentari — 1 — Camera dei Deputati XVIII LEGISLATURA — DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI — DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE

APPROVATO DAL SENATO DELLA REPUBBLICAil 9 aprile 2020 (v. stampato Senato n. 1766)

PRESENTATO DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI (CONTE)
E DAL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE (GUALTIERI)
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, recante misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavora- tori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID- 19. Proroga dei termini per l’adozione di decreti legislativi
Trasmesso dal Presidente del Senato della Repubblica il 10 aprile 2020
N. 2463 —
Atti Parlamentari
Camera dei Deputati

XVIII LEGISLATURA

DISEGNO DI LEGGE __

Art. 1.

1. Il decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, recante misure di potenziamento del Ser- vizio sanitario nazionale e di sostegno eco- nomico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19, è convertito in legge con le modificazioni riportate in allegato alla pre- sente legge.

2. I decreti-legge 2 marzo 2020, n. 9, 8 marzo 2020, n. 11, e 9 marzo 2020, n. 14, sono abrogati. Restano validi gli atti ed i provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi e i rapporti giuridici sorti sulla base dei medesimi decreti-legge 2 marzo 2020, n. 9, 8 marzo 2020, n. 11, e 9 marzo 2020, n. 14.

3. In considerazione dello stato di emer- genza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmis- sibili, dichiarato con la delibera del Consi- glio dei ministri del 31 gennaio 2020, pub- blicata nella Gazzetta Ufficiale n. 26 del 1°febbraio 2020, i termini per l’adozione di decreti legislativi con scadenza tra il 10 febbraio 2020 e il 31 agosto 2020, che non siano scaduti alla data di entrata in vigore della presente legge, sono prorogati di tre mesi, decorrenti dalla data di scadenza di ciascuno di essi. I decreti legislativi di cui al primo periodo, il cui termine di adozione sia scaduto alla data di entrata in vigore della presente legge, possono essere adot- tati entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, nel rispetto dei princìpi e criteri direttivi e delle procedure previsti dalle rispettive leggi di delega.

4. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pub- blicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Atti Parlamentari — 3 — XVIII LEGISLATURA

Camera dei Deputati

A.C. 2463

MODIFICAZIONI APPORTATE IN SEDE DI CONVERSIONE AL DECRETO-LEGGE 17 MARZO 2020, N. 18

All’articolo 1:

al comma 1, le parole: « nella tabella di cui all’allegato A che costituisce parte integrante del presente decreto » sono sostituite dalle seguenti: « nella tabella A allegata al presente decreto »;

al comma 2, le parole: « nella tabella di cui all’allegato A » sono sostituite dalle seguenti: « nella tabella A allegata al presente decreto »;

al comma 3, le parole: « di cui all’articolo 1, commi 1 lettera a) e 6, del decreto legge 9 marzo 2020, n. 14 » sono sostituite dalle seguenti: « di cui all’articolo 2-bis, commi 1, lettera a), e 5 » e le parole: « nella tabella di cui all’allegato A » sono sostituite dalle seguenti: « nella tabella A allegata al presente decreto ».

All’articolo 2:
al comma 2, le parole: « attuazione comma 1 » sono sostituite dalle

seguenti: « attuazione del comma 1 ».
Dopo l’articolo 2 sono inseriti i seguenti:

« Art. 2-bis. – (Misure straordinarie per l’assunzione degli specia- lizzandi e per il conferimento di incarichi di lavoro autonomo a perso- nale sanitario) – 1. Al fine di far fronte alle esigenze straordinarie ed urgenti derivanti dalla diffusione del COVID-19 e di garantire i livelli essenziali di assistenza nonché per assicurare sull’intero territorio nazionale un incremento dei posti letto per la terapia intensiva e sub-intensiva necessari alla cura dei pazienti affetti dal predetto virus, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale, fino al perdurare dello stato di emergenza dichiarato dal Consiglio dei ministri con deliberazione in data 31 gennaio 2020, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 26 del 1° febbraio 2020, possono:

a) procedere al reclutamento del personale delle professioni sanitarie, come individuate dall’articolo 1 del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 13 settembre 1946, n. 233, ratificato dalla legge 17 aprile 1956, n. 561, e dalla legge 18 febbraio 1989, n. 56, e degli operatori socio-sanitari, nonché di medici specializzandi, iscritti all’ultimo e al penultimo anno di corso delle scuole di specializzazione, anche ove non collocati nelle graduatorie di cui all’articolo 1, comma 547, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, conferendo incarichi di lavoro autonomo, anche di collaborazione coordinata e continuativa, di durata non superiore a sei mesi, prorogabili in ragione del perdurare dello stato di emergenza sino al 31 dicembre 2020, in deroga all’articolo 7 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e all’articolo 6 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. I medici specializzandi restano iscritti

ALLEGATO

Atti Parlamentari — 4 — Camera dei Deputati